Le donne, un filo che unisce mondi e culture diverse

Il 26 novembre dalle ore 9.00 alle 13.00 presso il teatro Quirino-Roma-

Telefono Rosa ha voluto  dedicare una mattinata ad un incontro con 800 studenti delle scuole del Lazio,tra cui i ragazzi delle classi 3AT, 3BT del Cardarelli,accompagnati dalle docenti: Sbocchia, Paganelli, Sabbatini; nell’ambito del progetto di prevenzione e formazione rivolto alle giovani generazioni dal titolo “le donne, un filo che unisce mondi e culture diverse”.

Oltre al Premio Nobel Leymah Gbowee e la presidente dell’associazione nazionale del Telefono Rosa Maria Gabriella Carnieri Moscatelli, anche il dirigente superiore della Polizia di Stato Nunzia Ciardi e la testimonial Nancy Brilli. Modera l’incontro il giornalista Alessandro Ferrucci.

Da anni l’attività di Telefono Rosa è rivolta anche alla formazione dei giovani organizzando incontri e dibattiti, con l’intento di stabilire un dialogo che possa sensibilizzare ed educare ad una cultura della non violenza e del rispetto.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.